Il cibo non è mai povero.

Il cibo non è mai povero.

Ciao

il Mondo che ci ospita sta diventando più piccolo. Una evoluzione del genere umano che sta mostrando le prime importanti crepe. Pandemie, migrazioni, crisi climatiche, disuguaglianze. Tutte collegate tra loro e che ci  segnalano un male profondo del vivere insieme, oggi.

Temi giganteschi che tra sensibilità personali e collettive ci toccano da vicino.

Il progetto IN BRODO nasce dalla pancia. Quella vuota . Quella che cerca risposte. Prima che sia troppo tardi noi nel nostro piccolo pensavamo proprio di unire una fiducia del futuro e la costruzione di nuovi modelli più !

Tutto fa brodo ! parla di lotta allo spreco , di utilizzo di risorse sane e locali, di sobrietà caloriche, di lotta alla spettacolarizzazione del cibo , insoma di lotta ad un sistema che non ci piace . Nel nostro menu è compreso il piatto amico per chi cerca il necessario. Il nostro contributo all’umanità che fa fatica.

Qui un bel libro fotografico famoso in tutto il mondo

““[…] un progetto decennale che esplora cosa significa vivere con risorse limitate per i piatti della cena di diverse comunità in tutto il mondo .”

La povertà, nella sua universalità, sembra immediatamente comprensibile e tuttavia, come problema globale, la sua dissoluzione rimane molto complessa. Per illustrare cosa significa vivere al limite della povertà, Stefen Chow e Huiyi Lin hanno visitato trentasei città in sei continenti e ha esaminato la povertà per quanto riguarda il cibo. Dai mercati locali acquistavano verdura, frutta, cereali, proteine ​​e snack: la quantità di cibo che potevano permettersi al giorno in base alla rispettiva definizione della soglia di povertà stabilita da ciascun governo. Hanno fotografato la pila di cibo risultante, posta su una pagina di un giornale locale di quel giorno. Utilizzando la tipologia visiva e la ricerca artistica come principio guida, hanno accuratamente calibrato l’illuminazione e la distanza di ripresa per garantire uniformità e comparabilità.

In questo lettore visivo, la fotografia di Chow e Lin è arricchita da testi che fanno luce sui temi della soglia di povertà come fenomeno globale. Gli autori si riferiscono alle sfide della nostra società e all’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile il cui primo dei diciassette obiettivi è porre fine alla povertà in tutte le sue forme.

https://www.lars-mueller-publishers.com/poverty-line

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *